TERAPIE E TRATTAMENTI

Unghia incarnita

Le attività nello studio professionale podologico comprendono:

  • il trattamento e la prevenzione di patologie proprie del piede

  • un esame posturale per le possibili alterazioni dovute all’appoggio plantare

  • la prescrizione e realizzazione di plantari semifunzionali e/o propriocettivi

  • la prescrizione e realizzazione di ortesi in silicone

Patologie dell’appoggio del piede

Alluce valgo
Alluce rigido
Dita a martello
Fascite plantare
Ipercheratosi ( callosità)
Metatarsalgie
Micosi cutanee e ungueali
Onicocriptosi ( unghie incarnite)
Onicodistrofie ( errata crescita unghie)

Piede piatto
Piede cavo
Piede diabetico
Piede pediatrico
Piede sportivo ( esiti da traumi )
Piede geriatrico e reumatico
Problematiche posturali derivanti dal piede
Spine calcaneari
Talloniti
Tendiniti achillee

L'esame posturale e le alterazioni dovute all'appoggio plantare

La visita podologica-posturologica prevede l’analisi del piede, la visualizzazione dell’appoggio plantare sul podoscopio per evidenziare la distribuzione dei carichi, la rilevazione delle impronte su plantografo, l’esame del cammino, l’esecuzione di specifici test neuro-muscolari e di mobilità e test prettamente posturologici ed osteopatici.

 

Alcune problematiche possono comprendere condizioni di piede piatto, cavo, varo, alluce valgo o rigido, alterazioni post-traumatiche, e implicano un coinvolgimento del sistema neuro-mio-fasciale del corpo e della postura nel suo complesso, alterandone gli equilibri.

 

Le conseguenze di uno scorretto appoggio dei piedi possono portare a dolori articolari (caviglie, ginocchia, colonna vertebrale), affaticamento e dolori muscolari, alterazioni dell'equilibrio del bacino o dell'occlusione dentale, mal di testa.

 

I risultati della visita possono evidenziare la necessità di integrare gli interventi con altre figure professionali quali osteopati, odontoiatri, ortopedici; in tal caso si confrontano con il paziente le problematiche e le prospettive più adatte alla soluzione dei problemi.

I plantari: caratteristiche ed effetti

I plantari hanno caratteristiche differenti a seconda delle problematiche evidenziate con la visita podologica, e vengono direttamente realizzati a seguito della diagnosi, delle rilevazioni effettuate sui piedi, delle caratteristiche posturali, degli obiettivi del trattamento.

 

I plantari vengono proposti e realizzati per il trattamento di metatarsalgie, fasciti plantari, spine calcaneari, problematiche correlate al piede piatto, cavo e varo, tutte le patologie legate al piede doloroso e alla loro prevenzione.

 

Particolare interesse viene dedicato all’utilizzo di plantari propriocettivi, che per i comprovati effetti sui meccanismi di adattamento neuro-mio-fasciali possono consentire un efficace riequilibrio posturale.

Le ortesi in silicone

Per ortesi si intende un manufatto atto a correggere le deviazioni dei segmenti interessati e la protezione di particolari anatomici sottoposti a sfregamento o pressione anomala.

 

Le ortesi in silicone vengono utilizzate nell'ambito podologico per sostenere, posizionare, immobilizzare, vincolare le parti dell'apparato locomotore che lo necessitano (scheletro e muscolatura) oppure correggere la postura.

 

Per la costruzione dell'ortesi si utilizza uno specifico silicone podologico, materiale con particolari caratteristiche di elasticità, atossicità e praticità d'uso e che permette di realizzare ortesi su misura a costi contenuti.

Share by: